CONT38 - Contabilità  > Crea tracciato Spesometro

La comunicazione all’Agenzia dell’Entrate deve avvenire tramite il servizio telematico Entratel  o Fisconline.  Gea.Net si limita a generare il flusso che successivamente sarà importato in Entratel.

L’Agenzia delle Entrate lascia libero il contribuente di scegliere di eseguire la comunicazione in forma aggregata o analitica. Gea.Net esegue l’estrazione in forma aggregata.

Essendo un file formattato la cui lettura risulta complicata all’ operatore, Gea.Net genera anche un file in formato Microsoft Excel (leggibile anche da altri fogli di calcolo) con l’elenco delle operazioni riportate. 

Il flusso potrebbe essere scartato dal sistema Entratel se i dati non sono correttamente compilati, pertanto si deve verificare l’anagrafica di tutti i soggetti sia inserita correttamente e riporti i dati fiscali.

Occorre anche prestare attenzione ad una serie di semplici regole :

Da Contabilità à  Crea Tracciato Spesometro

 

Le operazioni che devono essere riportate sono tutte le fatture (senza limite di importo) nonchè i corrispettivi che superano il valore di 3600 Euro pertanto i documenti che rispettano questi requisiti saranno inclusi in automatico. Tuttavia esistono delle eccezioni all’invio e non tutte possono essere riconosciute da Gea.Net che ad esempio è in grado di distinguere se il cliente/fornitore è italiano o estero e quindi trattare la fattura di conseguenza, ma non è in grado di riconoscere una fattura relativa ad assicurazioni e quindi da escludere dall’elenco. Allo stesso modo non è in grado di riconoscere quali tipologie di fattura devono o non devono essere i seguito da note successive dell’Agenzia delle Entrate o interpretazioni relative a casi specifici.

La soluzione è quella di gestire tali eccezioni segnalando esplicitamente il documento come operazione da riportare o da non riportare. In questo caso l’operatore è libero di indicare o escludere qualunque documento.

Le fatture di noleggio o quelle legate al turismo nello spesometro devono essere indicate su sezioni separate. Anche per queste c’è la possibilità di specificarlo dalla finestra di gestione della fattura.

Da Fatture à  Fatture

Selezionare la registrazione o inserirne una nuova con il pulsante

 

Da Contabilità à  Acquisti à  Fatture e DDT Passivi

Selezionare la registrazione o inserirne una nuova con il pulsante

 

Documenti Riepilogativi

Alcune spese di cui non si riceve fattura devono essere ugualmente inserite nello Spesometro. E’ il caso ad esempio delle carte carburante. Queste tipologie di spese devono essere comunicate in forma aggregata come il resto della comunicazione generata dal gestionale.

Per comunicare questi documenti riepilogativi è previsto che sia inserita una nuova scheda nelle “Fatture e DDT Passivi” come se si trattasse della registrazione di una fattura fornitore. Ma a differenza di queste devono essere indicati

·         Codice Fornitore = MAGAZ (ovvero indicare che il fornitore è l’azienda stessa).  Questa è una convenzione determinata dal fatto che i fornitori saranno molteplici.

·         Deve essere inserito un Tipo Documento che non prevede generazione di Movimenti Contabili e di Magazzino. Il movimento contabile non occorre sia registrato in quanto si tratta di documento riepilogativo e pertanto i singoli documenti saranno stati registrati singolarmente in precedenza in “Movimenti di Prima Nota”

·         Il campo Numero Documento (che non esiste e pertanto non dovrebbe essere indicato) per convenzione deve riportare il numero totale dei documenti interessati. Questo dato deve essere indicato nello spesometro e se non inserito verrà indicato 1.

·         Indicare almeno una riga per ogni aliquota IVA indicando l’imponibile totale dei diversi documenti.

Registrando la scheda potrebbero essere evidenziati errori quali ad esempio il fatto che MAGAZ non è un fornitore. E’ possibile ignorare questi errori con “Salta Controlli di Validazione”.

Documenti Riepilogativi Attivi

I documenti riepilogativi possono riguardare anche autofatture, fatture in reverse charge o altri documenti che per la normale tenuta della contabilità non si è tenuti a registrare in quanto il software ne prevede la gestione automatica sui registri IVA. Anche per i documenti attivi è valida quanto trattato per le schede carburanti e altri documenti passivi. L’unica differenza è che la gestione deve avvenire con le stesse modalità all’interno della gestione “Fatture”.

Altre comunicazioni – Quadro BL

Nello Spesometro è previsto anche che debbano essere inviate comunicazioni anche riguardanti operazioni particolari a cui non fa seguito fattura o scontrino. Con la stessa logica dei documenti riepilogativi possono essere previste una serie di “Tipi Documento” che andranno a popolare il quadro BL. Il tipo documento deve essere caricato nella tabella “Tipo Fatture” e non deve prevedere generazione di Movimenti Contabili e di Magazzino. Tuttavia nel Quadro BL compariranno solo i tipi documento per i quali è prevista una gestione per cui il codice deve essere predefinito secondo la tabella seguente :

·         Codice B2 : Operazioni con paesi con fiscalità privilegiata

·         Codice B3 : Operazioni con soggetti non residenti

·         Codice B4 : Acquisti di servizi da soggetti non residenti

Negli anni successivi potranno essere integrati altri tipi di comunicazione in base alle richieste dell’Agenzia delle Entrate.

Comunicazioni Sostitutive o di Annullamento

Qualora fosse stato inviato un flusso errato, è possibile rimediare inviando un flusso sostitutivo o in alternativa inviando una comunicazione di annullamento.

Per fare questo si deve selezionare un tipo comunicazione diverso da “Ordinario” , valore caricato per impostazione predefinita. Sia per  la selezione di flusso “Sostitutivo” che per quella di “Annullamento” occorre indicare i numeri Protocollo di Comunicazione e Protocollo Documento che sono stati comunicati dall’Agenzia delle Entrate con la conferma di ricezione del flusso precedente e che ora si intende sostituire.