TABE00 - Archivi di Base > Gestione Tabelle

Queste tabelle sono fondamentali per l'utilizzo di Gea.Net in quanto contengono i progressivi e le date che riportano lo stato di avanzamento dell'attività dell'azienda.

Stile WPF

La gestione in stile WPF prevede due stadi dove prima si richiede la tabelle da gestire da una lista e quindi si apre una finestra di popup con la gestione vera e propria.  

   

Questa scelta è più funzionale in quanto la finestra di popup può essere richiamata direttamente durante le altre funzioni di Gea.Net senza dover richiedere la tabella da gestire tutte le volte ma ricavandola dal contesto.  

 

Stile FORM (vecchie versioni)

È possibile selezionare la tabella che si vuole gestire, cliccando sulla lista visibile a sinistra.

In questo modo viene mostrato un elenco di righe (registrazioni) che contiene una serie di colonne che varia da tabella a tabella.

A questo punto non sarà possibile selezionare una nuova tabella fino a che non viene confermata o abbandonata la gestione della specifica tabella.

Solitamente l'utilizzo di queste tabelle avviene nelle varie funzioni, tramite due campi testo. il primo riporta il codice mentre il secondo contiene la descrizione, ma esistono anche tabelle più complesse che possono contenere molti altri dati

Le tabelle vengono fornite già caricate ma possono essere modificate dal cliente. Tuttavia si sconsiglia la modifica di codici già presenti, una volta iniziato ad operare con Gea.Net.

Tabella progressivi gestionali e Tabella progressivi contabili  

 

Funzionalità delle Tabelle 

Le tabelle si compongono di tre colonne ciascuna

-          Codice che contiene l'identificativo del documento

-          Descrizione

-          Progressivo che contiene l'ultimo valore assunto dal documento in questione.

Queste tabelle vengono fornite completamente nuove in quanto sarà l'attività di Gea.Net che provvederà ad inserirle quando necessario. L'utente sarà comunque in grado di modificarne il valore quando se ne presenterà la necessità.

Spulciando tra i contenuti di queste tabelle si noterà che ci sono righe che fanno riferimenti a numeri interni. Questi sono contatori che vengono utilizzati dall'applicazione. Sono solo per uso interno e non compaiono su alcun documento pertanto se ne sconsiglia la modifica se non espressamente indicata da un tecnico.

Altre righe riportano dei numeri esterni. Questi sono riportati sempre con l'anno davanti e con un trattino che ha funzioni di separatore dal numero vero e proprio che indica il numero che compare sul documento.

La modifica di questi valori si rende necessaria quando si è stampato in definitiva un documento per errore. In questo caso l'operatore può riportare al numero precedente dopo avere eliminato il documento. Facendo questa operazione si deve comunque fare attenzione a rispettare la formattazione, riportando l'anno e il trattino.

L'accortezza di indicare l'anno oltre al numero, non obbliga l'operatore ad azzerare i valori ad inizio anno.

I progressivi contabili sono memorizzati durante la stampa in effettivo dei registri IVA e del giornale. Anche in questo caso la stampa non corretta di uno di questi registri comporta il ripristino dei valori precedenti.

 

Banche

Viene fornita già caricata (a richiesta) e contiene una riga per ogni filiale. Sono riportati :

 

Categoria cespiti

La tabella valute viene gestita su finestra specifica.

La gestione di questa tabella si rende necessaria solo se è attivata la funzione di gestione cespiti.

Oltre al codice e alla descrizione vengono memorizzati i conti del piano dei conti relativo all'ammortamento :

Si faccia riferimento al manuale della contabilità e dei cespiti per maggiori dettagli.

 
Comuni

Viene fornita già caricata (a richiesta) e contiene una riga per ogni comune italiano.

Sono riportati :

 

Conti Correnti

Serve ad identificare i conti correnti utilizzati dall’azienda. Deve essere inserita una riga per ogni conto corrente attivo. Ogni riga genera automaticamente un conto banca più un conto portafoglio sul piano dei conti

Sono riportati :

 

Causali Movimenti di Contabilità

A causa della complessità dei campi questa tabella viene gestita in una finestra separata.

La gestione viene resa accessibile attraverso la selezione del codice. Si consulti il manuale introduttivo per maggiori chiarimenti.

Le causali di contabilità sono la colonna portante di ogni movimento di prima nota. È in questo modo che potremo riconoscere se ci troviamo di fronte a una fattura, ad un pagamento o a qualcos'altro.

Le causali speciali (ovvero quelle che sono gestite attraverso automazioni) sono settate in “Impostazioni” ed in base a questo eseguono operazioni particolari. Le causali semplici invece si limitano a riportare il movimento sul giornale contabile.

Oltre alle descrizione è riportato un valore che identifica se siamo in presenza di una causale di gestione fattura, e nel caso, durante la gestione dei movimenti ad essa appartenenti, abilita alla registrazione di dati supplementari che saranno riportati sul registro IVA (Cliente/fornitore, valuta, importo in valuta, ecc.)

Le altre colonne sono usate solo su versioni precedenti o personalizzate.

La tabella viene fornita già caricata e, dato l'estrema importanza che rivestono i campi nelle Impostazioni dell'applicazione, se ne sconsiglia la modifica se non dopo avere consultato un tecnico.

 

Causali Movimenti di Magazzino

Sono riportate le causali che identificano il tipo di movimento di magazzino. L'utilizzo di questi codici è presente in tutti i moduli in quanto ogni documento potenzialmente può diventare causa di movimento di articoli da e verso il magazzino.

Naturalmente il suo utilizzo principale avviene all'interno del modulo magazzino dove sono possibili funzioni di chiusura, apertura, inventario, ecc.

Oltre ai soliti campi codice e descrizione sono riportati una serie di colonne vero/falso la cui funzione è riportata di seguito :

Scar. = Scarica il Magazzino Provenienza durante ventilazione Documenti di Trasporto

Carico = Carica il Magazzino Destinazione durante ventilazione Documenti di Trasporto

Vend. = Identifica Documenti di Trasporto di Vendita e quindi da fatturare ( solo Ns. Documenti di Trasporto)

Valorizza = Causale valida per la valorizzazione

Le altre colonne sono usate solo su versioni precedenti o personalizzate.

 

Centri di Lavorazione

La tabella Centri di Lavorazione è una semplice funzione che permette di inserire, modificare e annullare i centri di lavoro (o centri di costo) dell' azienda associando ad un codice una descrizione del reparto e il costo al minuto del reparto.

L'inserimento dei centri di lavorazione è utile solo nel caso in cui si desideri gestire i cicli di lavorazione.

 

Divise

Oltre al codice e alla descrizione vengono memorizzati i valori di cambio verso la divisa nazionale e i valori di arrotondamento.

La differenza tra cambio fissato e corrente sono che il primo viene modificato solo in determinati periodi (es. una volta al mese) mentre il cambio corrente dovrebbe essere cambiato ogni giorno.

Il bilancio viene composto facendo riferimento a cambio fissato.

Per ogni divisa è possibile salvare un arrotondamento base e tre arrotondamenti da considerare solo in un range di valori.

Così sarà possibile definire che un documento in divisa venga arrotondato diversamente in base al proprio valore.

 

Esenzioni e Raggruppamenti IVA (ver. 4.0 e successive)

Contiene tutte le voci che causano una non applicazione dell’IVA siano esse esenzioni, operazioni non imponibili o operazioni di esclusione oppure codici di raggruppamento IVA. Per codici di raggruppamento IVA si intendono raggruppamenti che devono essere evidenziati in maniera separata sui registri IVA. E’ il caso di raggruppamenti per acquisti o vendite di beni strumentali.

Oltre al codice e alla descrizione deve essere memorizzato se si tratta di una operazione esente o non imponibile.

Se il valore nel campo “% IVA per raggruppamento” è maggiore di zero si intende un codice IVA utilizzato per i raggruppamenti mentre nel caso contrario si tratta di esenzione o non imponibile.

Le vendite e gli acquisti ordinari non devono utilizzare alcun codice di raggruppamento e nei vari documenti sarà sufficiente indicare la percentuale IVA.

 

Fasi di lavorazione / Varianti

La gestione Fasi e Varianti viene abilitata settando il corrispettivo parametro nella funzione di Impostazioni nel modulo utilità, ed inserendo le varie fasi di lavorazione o varianti dei prodotti.

Le Fasi di Lavorazioni o Varianti sono codificate con un codice di 4 caratteri alfanumerici. Tale codice rappresenta la fase di lavorazione ( fresatura, tornitura ) o la variante ( satinato ) che  può essere abbinata a qualunque articolo di magazzino.

La variante è richiesta in qualunque documento o registrazione che implichi la elaborazione di un articolo. Così nelle fatture, come nelle bolle, negli ordini, nei movimenti di magazzino e ovunque sia richiesto un codice articolo è sempre richiesta la fase o variante ( colonna VAR. ). Quando la variante non è specificata si intende il prodotto finito.

La gestione delle varianti è più semplice e meno completa rispetto alla gestione taglie e colori a cui si rimandano gli interessati.

Le aziende che hanno solo prodotti finiti perché non fanno produzione potranno disabilitare la visualizzazione della fase o variante. Si consulti “Impostazioni” sul capitolo “Archivi di Base” per maggiori informazioni.

 
Liquidazioni IVA

Contiene i totali riepilogativi delle liquidazioni IVA stampate con l’apposita funzione.

Questi dati devono essere conservati per eseguire una stampa di riepilogo o per riportare i dati precedenti in caso di ristampa.

La modifica di questi dati potrebbe causare un disallineamento con le stampe di registro ufficiali pertanto è vivamente sconsigliato intervenire su questa tabella.

Si faccia riferimento al manuale della contabilità e dei cespiti per maggiori dettagli.

 

Listini Iva Compresa

In questa tabella devono essere indicati i listini comuni il cui prezzo è da considerarsi comprensivo di Iva

 

Moduli Alternativi Documenti (Ver. 4.0 e successive).

Si tratta di tre tabelle che agganciano il tipo di documento (ordine/preventivo, documento di trasporto e fattura) a possibili moduli alternativi a quanto definito nelle rispettive tabelle. Durante l’emissione del documento, se il tipo del documento prevede uno o più moduli alternativi, viene visualizzata una lista dei moduli disponibili.

 

Pagamenti

La tabella valute viene gestita su finestra specifica.

Oltre al codice e alla descrizione vengono memorizzati :

La tabella viene fornita già caricata con le maggiori condizioni di pagamento.

 

Piano dei conti CEE

La struttura del piano dei conti con cui viene registrata la contabilità è quella classica a tre livelli (per maggiori informazioni si veda la gestione del piano dei conti). Al piano dei conti classico viene affiancato questo secondo piano dei conti definito dalla IV direttiva CEE tabella. Si sconsiglia di non eliminare voci o cambiarne i codici in quanto questo creerebbe l’impossibilità di eseguire l’analisi di bilancio.

Contiene :

 

Provvigioni

La provvigione, anziché essere agganciata direttamente al listino, può essere agganciata ad una agente, ad una famiglia o ad una zona. Se si indica una provvigione sul listino vendita le tabelle qui gestite saranno ignorate altrimenti verranno interrogate secondo questo ordine di priorità :

 
Tipo Documento Gestione Elettronica Documentale

Oltre al codice e alla descrizione deve essere salvata la cartella in cui vengono archiviati i documenti di tale natura.

 

Tipo Fattura
La tabella tipo fattura identifica i documenti fiscali che possono essere emessi e ne prevede le operazioni da eseguire. Contiene :

 

Tipo Imballo
La tabella tipo imballo serve per eseguire il calcolo del contributo CONAI/COBAT sulle fatture emesse. Contiene :
 
Tipo Ordine
La tabella tipo ordine identifica tipologie di offerta e ordine previste. Contiene :
 
Traduzioni

La tabella traduzioni prevede cinque colonne per le cinque lingue (italiano, inglese, tedesco, francese, spagnolo) e viene fornita inizialmente vuota.

Man mano che si stampano i documenti viene caricato la riga con la parola o la frase interessata nella sola lingua italiana.

Sarà compito dell'operatore abbinare la corretta traduzione nelle diverse lingue.

La lingua con cui stampare il documento è indicata nel documento stesso, che a sua volta viene ereditato dall'anagrafica cliente/fornitore.

Se durante una stampa in lingua non viene trovata la relativa traduzione, la funzione riporterà la voce in italiano.

La tabella traduzione gestisce le intestazioni che compaiono sui documenti.

La traduzione dei prodotti deve essere gestita sulla relativa tabella.

È possibile tradurre anche ogni singola voce ma per fare questo dovrà essere inserita la riga corrispondente. Ovvero se prendiamo il campo “CAUSALE” il cui valore è per ipotesi “VENDITA”, per essere tradotte entrambe, sulla tabella traduzioni dovrà essere presente sia la riga “CAUSALE” (inserita in automatico) sia la riga “VENDITA” che invece dovrà essere inserita dall’operatore.

Le seguenti tabelle hanno una gestione più semplice e deve essere indicato solo la descrizione con o senza abbinamento ad un codice identificativo

 

Queste tabelle sono utilizzate come tabelle che compaiono nelle liste a scorrimento e quindi possono essere inserite le voci direttamente nella funzione che ne fa uso.

Se ad esempio siamo in gestione anagrafiche clienti e nella lista che ci viene presentata per le zona da indicare non è presente quella che ci interessa, l'applicazione ci permette di digitare la nuova zona.

In questo modo automaticamente viene inserito la riga in tabella e dalla volta successiva ci verrà presentata.

La cancellazione delle voci deve essere necessariamente eseguita con Gestione Tabelle.

Alla tabella famiglia Prodotti vengono associate anche tre regimi di sconto e la percentuale di provvigioni agente e subagente. Si consulti la gestione listini per maggiori dettagli.

Alla tabella Taglie, da considerarsi come tipologia di taglie, vengono associate massimo 12 taglie. Ad esempio, si dovrà indicare la descrizione "internazionale" abbinandola a "S", "M", "L", "XL", "XXL"

Altre Tabelle

Tabelle Presenze (HRM)