PIANO DI PRODUZIONE e CONTROLLO QUALITA' (Ver. 4.0 e successive)

 

La gestione della produzione prevede l’integrazione di molteplici aspetti operativi e di eventi che possono essere disattesi come tempi di consegna non rispettati da fornitori o tempi di lavorazione eccedenti quelli preventivati per diverse cause.

In questa sede analizzeremo una gestione del Piano di Produzione secondo regole ben definite ma che lasciano libero l’operatore di intervenire per modificare tempi e operatori. 

La gestione proposta tende a minimizzare l’operatività, e conseguentemente i possibili errori, del magazzino.

L’obbiettivo è analizzare gli ordini clienti e in base a questi verificare la disponibilità dei prodotti e dei componenti necessari per assemblarli. Sono presi in esame le giacenze o gli ordini a fornitori per ricavare la disponibilità quindi viene creata una simulazione della produzione che se accettata produce proposte d’ordine di acquisto e ordini di lavorazione oltre ad un piano di produzione vero e proprio contenente ogni singola attività a carico dei reparti produttivi con relative date previste di produzione.

Di conseguenza i vari reparti produttivi (CdC) si troveranno di fronte ad un cruscotto delle lavorazioni da eseguire. In questo modo la registrazione delle singole attività di lavorazione avverrà con un paio di click e senza rischi di errori.

Per il corretto utilizzo del piano di produzione è consigliato di attivare la gestione delle transazioni che permette di rendere atomica una procedura di generazione o di gestione del piano di produzione.

Questo perché i dati relativi sono sparsi su più tabelle (Piano di produzione, impegnato, ordini) ed un eventuale errore durante il salvataggio del Piano di Produzione non alteri le tabelle collegate. Il problema non si pone durante la consultazione della simulazione del “Piano di Produzione” dove comunque non sono previste modifiche al database fino alla conferma della generazione vera e propria. 

Per maggiori informazioni operative consultare le funzioni di generazione e gestione del piano di produzione e “Elenco attività di produzione”.

Controllo Qualità in Gea.Net (Ver. 4.1 e successive)

Non esistendo una serie di comportamenti, dati e verifiche comuni a diversi settori produttivi ed essendo Gea.Net un applicativo “generalista” non è possibile pensare ad esso se non in termini di “punto di partenza per..”. Infatti lo scopo di Gea.Net è quello di abbinare ai prodotti acquistati e alle lavorazioni prodotte (gestite dal Piano Produzione) una verifica postuma della qualità individuando i pezzi conformi ed eseguendo scarti produttivi. Durante il controllo qualità possono essere archiviati dati dovuti a misurazione o controlli visivi. Queste informazioni non sono predisposte ed integrate nell’applicativo base ma il più delle volte sono personalizzazioni della procedura che l’azienda può costruirsi in casa sviluppandole a partire dai sorgenti di Gea.Net oppure costruendo altri applicativi ad hoc.

Con il pacchetto standard di Gea.Net vengono fornite alcune statistiche generiche operanti sulla conformità/scarti dei pezzi prodotti e acquistati ma anche in questo caso è bene approcciarsi alle statistiche come un punto di partenza per svilupparsi pi in casa quello che realmente serve all’azienda.

Le funzioni per la gestione del piano di produzione sono :